logo

Approvati controlli Biometrici nella PA

Controlli biometrici
Per combattere il fenomeno dell’assenteismo e delle false presente nella Pubblica Amministrazione, è stato approvato nel Disegno di legge “Concretezza” , il sistema di verifica biometrica dell’identità, a fine marzo è stato dato il via libera della Camera.

Nell’articolo 2 si legge :
“Ai fini della verifica dell’osservanza dell’orario di lavoro, le amministrazioni pubbliche introducono sistemi di verifica biometrica dell’identità e di videosorveglianza in sostituzione dei diversi sistemi di rilevazione automatica, attualmente in uso”

Antonello Soro, presidente dell’autorità Garante,ha definito “misure eccessiva”, auspicando a misure meno invasive in assenza di reali fattori di rischio, indicando due punti  oggetto di modifica :

  • Alternatività :Dal ricorso alla rilevazione biometrica e alle videoriprese;
  • Ammissibilità: Della rilevazione biometrica in presenza di reali e specifici fattori di rischio (dimensioni ente pubblico, numero di dipendenti, analisi di ricorrenza di “situazioni critiche”).

La perplessità del Garante Privacy, nasce in quanto sono  state introdotte in modo sistematico le impronte digitali dei dipendenti in aggiunta all’installazione di Sistemi di videosorveglianza. Viene infatti indicato l’impiego contestuale e non alternativo di sistemi di videosorveglianza

Il ministro Buongiorno,ha replicato sostenendo che il sistema che verrà adottato, andrà ad effettuare una trasformazione dell’impronta in caratteri alfanumerici affinché il dato inviato non venga inviato in modo integrale ma solo in parte agli uffici amministrativi.

Resta obbligatorio, in ogni caso, il parare del Garante Privacy prima di una concreta approvazione.

netpharos da anni segue le pubbliche amministrazioni nella  gestione della sicurezza informatica, Tutela del Patrimonio  e Gestione del personale nelle province di Avellino, Benevento, Caserta, Napoli e Salerno.

Comments are closed.